Imparare la transizione giusta mediante
modelli di vita e di produzione solidali

KAUZ - laboratorio per il clima, il lavoro e il futuro

In un progetto educativo triennale composto da una serie di workshop, podcast, video e micro-apprendimenti sui social media, KAUZ esplora perché viviamo e lavoriamo a spese degli altri e come possiamo raggiungere una Buona Vita per tutti.

L’iniziativa KAUZ – Laboratorio per il clima, il lavoro e il futuro è stata sviluppata dagli autori della brochure “Von A wie Arbeit bis Z wie Zukunft. Arbeiten und Wirtschaften in der Klimakrise”. Dopo la pubblicazione dell’opuscolo, è sorto il desiderio di continuare a lavorare insieme nel campo dell’educazione. Nel frattempo, non sono più soli: KAUZ ha quattro organizzazioni partner in Germania, Italia e Croazia ed è finanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea in un progetto triennale (settembre 2020 – agosto 2023). In Austria, l’iniziativa ha trovato la sua casa nel collettivo Periscope, ma vive ancora dell’impegno in gran parte volontario dei suoi membri.

Che cos'è KAUZ?

I limiti ecologici del nostro pianeta rendono inevitabili profondi cambiamenti nel nostro stile di vita europeo. Nel loro approfondito elaborato scientifico “Stile di vita Imperiale”, i professori universitari Ulrich Brand e Markus Wissen hanno dimostrato come il nostro modo di vivere porti a uno sviluppo globale e insostenibile e causi una rapida crisi climatica. Come esempio più recente, il coronavirus non solo affonda le sue radici nella riduzione causata dall’uomo dell’habitat degli animali selvatici, ma mostra anche le lacune e le insidie del nostro attuale sistema economico. Il Covid-19 ci mostra ancora una volta che il nostro attuale modello di vita ed economico deve essere cambiato con la democrazia, la protezione dell’ambiente e la giustizia sociale come fulcro.

Il nostro futuro sostenibile e democratico può svilupparsi solo attraverso il coinvolgimento attivo delle persone. Tuttavia, i fenomeni dell’attuale stile di vita imperiale come la pressione per il rendimento, lo stress e il consumo eccessivo spesso ci distraggono dal concentrarci sulle soluzioni e possono portare al nazionalismo, all’estremismo e al continuo degrado ambientale. Ecco perché ci impegniamo a un pubblico informato, a prendere decisioni basate sui fatti e ad accogliere i coraggiosi cambiamenti politici, sociali e individuali necessari per un futuro giusto e sostenibile.

La nostra visione

Il nostro obiettivo sono persone consapevoli e informate che sostengono attivamente la “transizione giusta”, si fanno coinvolgere nei processi politici e costruiscono insieme un futuro degno di essere vissuto.

Il nostro gruppo target sono da un lato gli insegnanti nell’educazione degli adulti, specialmente quelli che lavorano nel campo della sostenibilità. Dall’altro lato, come principale beneficiario, ci rivolgiamo a persone in età lavorativa tra i 18 e i 65 anni che sono aperte allo studio di modi di vivere e produrre alternativi e solidali. Abbiamo scelto questo gruppo perché abbiamo un focus tematico sul lavoro e la produzione.

Le sfide di cui sopra possono essere affrontate solo a livello transnazionale, ed è per questo che il progetto si trova in Austria (Associazione Periscope), Germania (Associazione Common Future e Università di Siegen), Croazia (Associazione Dante) e Italia (Università di Bolzano). Lavorare in questi quattro paesi vicini rende più facile recarsi alle riunioni necessarie del progetto in loco piuttosto che in aereo. Tuttavia, vorremmo andare ancora oltre e raggiungere altri paesi.

Il progetto produrrà e diffonderà materiale didattico riutilizzabile per l’apprendimento misto con workshop, una serie di podcast, video clip e microapprendimenti. I moltiplicatori saranno formati per usare questi materiali in modo che siano usati e sviluppati in modo sostenibile. Tutti i contenuti saranno facili da ascoltare e da capire, per includere adulti senza un’istruzione superiore formale.

La qualità di questi materiali educativi è assicurata da due sessioni di formazione per i membri del team delle organizzazioni partecipanti. Queste formano lo svolgimento di workshop, l’inquadramento e la moderazione. In una seconda formazione, l’attenzione si concentra sull’apprendimento tra pari attraverso lo scambio di esperienze che i partecipanti hanno fatto durante i workshop. Discuteremo anche su come le nostre attività possano continuare con successo oltre la durata del progetto.

Il beneficio a lungo termine del progetto è la promozione della società civile attiva attraverso metodi interattivi e la creazione di reti sostenibili. KAUZ incoraggia gli studenti a plasmare attivamente una transizione giusta volta a trasformare le nostre società verso uno sviluppo ecologico e sostenibile.

Attività del progetto

Quattro concetti di workshop saranno sviluppati e offerti in collaborazione con varie organizzazioni della società civile. Questi hanno lo scopo di introdurre i partecipanti ai concetti di stili di vita imperiali e solidali, discutere le catene globali del valore, fare delle transizioni giuste, che non trascurino né le persone né l’ambiente, e affrontare il tema del lavoro di cura. Riunendo le persone in workshop vogliamo sviluppare alternative e stimolare il coinvolgimento della società civile.

Con la nostra serie di podcast, vogliamo raggiungere le persone che hanno solo un tempo limitato nella loro vita quotidiana per partecipare a tali eventi. Da un lato, i podcast intervisteranno persone che già vivono alternative solidali nella loro vita quotidiana e tuttavia rimangono persone come te e me. Dall’altro lato ci saranno episodi in cui esperti* discutono di temi come lo sviluppo sostenibile, le possibilità di produzione e consumo ecologico ed equo ecc.

I video sono costituiti da clip di animazione che illustrano concetti e contesti rilevanti, e offrono conversazioni, discussioni e interviste stimolanti con i maggiori esperti. I video saranno inclusi nella nostra serie di workshop come contenuto di discussione e allo stesso tempo saranno riutilizzabili come contenuto di apprendimento indipendente per moltiplicatori ed educatori adulti.

I micro-learnings consistono in una serie di contenuti concisi sui social media, come brevi fumetti, immagini e meme che possono essere consumati in un minuto e creano momenti eureka. L’obiettivo è quello di diffonderli ulteriormente e raggiungere un vasto pubblico. L’umorismo è un approccio importante. Anche se ogni micro-apprendimento ha il suo tema, ci dovrebbe essere un filo comune che lo caratterizza. I micro-apprendimenti sono anche progettati per fornire feedback e discussioni moderate nell’area dei commenti, in modo che gli utenti possano condividere le loro esperienze tra di loro e nuove conoscenze possano essere generate nei dibattiti.